Afte


Che cosa sono le afte?

Le afte sono piccole lesioni della cute, particolarmente comuni in bocca, possono colpire palato, guance, lingua, ma anche la base delle gengive. Si parla in questi casi di afte orali o stomatite aftosa o ulcera aftosa.

È una vera e propria lacerazione della mucosa orale, preceduta da una sensazione di fastidio, dolore o bruciore nei giorni precedenti.

Si presentano come piccole abrasioni dalla forma tonda, di colore biancastro, circondate da un alone rosso.

Non sono contagiose e possono colpire altre zone del corpo, come le mucose e le semimucose genitali maschili e femminili (prepuzio e glande, piccole e grandi labbra).

Quali sono le cause delle afte?

Le cause della loro comparsa non sono note, potrebbero entrare in gioco più fattori.

L’ipotesi prevalente è che le afte si formino in concomitanza con episodi di stress psicofisico.

Si annoverano tra i fattori scatenanti:

  • Contatto con oggetti sporchi e con animali domestici.
  • Piccoli traumi della bocca, come mordersi la guancia accidentalmente, uso energico dello spazzolino, cibi acidi o piccanti.
  • Squilibri ormonali.
  • Dieta povera di vitamina B12, zinco, acido folico (folati) e ferro.
  • Infezione da Helicobacterpylory.
  • Malattie infiammatorie croniche intestinali.
  • Sindromi di immunodeficienza e assunzione di farmaci immunosoppressori.

Quali sono i sintomi delle afte?

La presenza di afte può comportare:

  • Dolore, anche molto forte, che diventa intenso mentre si mangia oppure mentre si parla.
  • Arrossamento e bruciore.
  • Febbre, se sono presenti afte grandi ed estese.
  • Gonfiore dei linfonodi sotto la mandibola.

Come si effettua la diagnosi?

Le afte sono facilmente riconoscibili, pertanto la diagnosi è immediata. In caso compaiano frequentemente è bene consultare il medico.