Ambliopia


Che cos’è l’ambliopia?

L’ambliopia (anche detta occhio pigro) è un disturbo oculare che si caratterizza per una diminuzione della capacità visiva da parte di un occhio; di rado può colpire entrambi gli occhi.

Quali sono le cause dell’ambliopia?

A determinare questa condizione è un’anomalia nella trasmissione del segnale nervoso tra l’occhio e il cervello, che determina la predilezione di un occhio da parte del cervello in seguito alla ridotta acuità visiva dell’altro.

Può essere causata dalla presenza di patologie oculari che durante lo sviluppo dell’apparato visivo nel corso dell’infanzia, impediscono allo stimolo luminoso di raggiungere la retina. Nella maggioranza dei casi, però, l’ambliopia si presenta in occhi anatomicamente integri.

Le cause più comuni dell’ambliopia sono:

  • Cataratta congenita e ptosi palpebrale.
  • Anisometropia, cioè una differente refrazione tra i due occhi.

Quali sono i sintomi dell’ambliopia?

Non sempre chi soffre di occhio pigro è in grado di accorgersene, il disturbo infatti è tipico dell’età pediatrica e dunque i bambini faticano ad accorgersi di una differenza della capacità visiva tra un occhio e l’altro.

Come si effettua la diagnosi?

Vista la difficoltà a riconoscere i sintomi, è bene sottoporre i bambini a una prima visita oculistica entro i 3-4 anni di età.

Per diagnosticare l’ambliopia è necessaria una visita oculistica e una valutazione ortottica con studio della motilità oculare.