Arteriopatia periferica


Che cos’è l’arteriopatia periferica?

L’arteriopatia periferica è una malattia a carico del sistema circolatorio che si caratterizza per un diminuito apporto di sangue e dunque di ossigeno alle arterie degli arti superiori e inferiori, in seguito a ostruzione e restringimento delle arterie stesse. Tende a svilupparsi in età avanzata.

Quali sono le cause dell’arteriopatia periferica?

L’arteriopatia periferica è dovuta ad aterosclerosi e dunque alla presenza di placche alle pareti arteriose e conseguente restringimento del lume del vaso.

Sono considerati fattori di rischio:

  • avere più di 50 anni
  • sesso maschile
  • fumo
  • diabete
  • pressione alta
  • alti livelli di colesterolo e trigliceridi
  • livelli elevati di omocisteina
  • presenza di sovrappeso od obesità.

Quali sono i sintomi dell’arteriopatia periferica?

L’arteriopatia periferica può anche essere asintomatica. In altri casi invece, la sintomatologia può essere più o meno severa.

Il sintomo caratteristico è la claudicatio intermittens, un dolore muscolare alle gambe o alle braccia nell’esecuzione di semplici attività come camminare; il dolore colpisce la zona in corrispondenza dell’arteria ostruita o ristretta. A riposo il dolore passa.

Gli altri sintomi che possono colpire l’arto coinvolto sono:

  • intorpidimento e/o debolezza;
  • cambiamento di colore e di temperatura (l’arto appare più freddo);
  • pelle più lucida;
  • ritardo nella crescita dei peli o delle unghie;
  • nei casi più gravi possono svilupparsi piaghe.
  • Negli uomini può manifestarsi la disfunzione erettile.