Aterosclerosi


Che cos’è l’aterosclerosi?

L’aterosclerosi è una condizione patologica a carico delle pareti delle arterie, che perdono elasticità a causa di un accumulo di colesterolo, calcio, cellule infiammatorie e altro materiale.

La placca che si forma può ostacolare il flusso del sangue o può arrivare a rompersi, con rischio di trombosi e ostruzione completa del lume del vaso, con conseguente interruzione del flusso sanguigno.

Quali sono le cause dell’aterosclerosi?

L’aterosclerosi è in genere legata all’invecchiamento. Possono però favorirne l’insorgenza anche in età più giovane, alcuni fattori quali: livelli elevati di colesterolo nel sangue, ipertensione arteriosa, vizio del fumo, il diabete e familiarità.

Sono poi considerati fattori di rischio: un’alimentazione ricca di grassi, il consumo eccessivo di alcolici, un’attività fisica insufficiente e il sovrappeso. 

Quali sono i sintomi dell’aterosclerosi?

Questa condizione è asintomatica finché non si ripercuote sul flusso del sangue nelle arterie.

Il restringimento delle arterie e la loro occlusione, in seguito alla formazione di un trombo, causano ischemia e infarto nella zona che si trova a valle delle stesse. I sintomi dell’ischemia e dell’infarto variano a seconda che l’aterosclerosi sia localizzata in area coronarica (angina, infarto miocardico), cerebrale (ictus o TIA), intestinale, renale o periferica (arteriopatia obliterante arti inferiori). 

Come si effettua la diagnosi?

Esami utili per la diagnosi di aterosclerosi sono:

  • eco-doppler
  • angiografia
  • angio RM
  • angio TC.