Cisti della palpebra


Che cosa sono le cisti della palpebra?

Le cisti sono neoformazioni che sorgono in genere da una ghiandola o dal suo dotto escretore. Hanno consistenza duro-elastica e al loro interno presentano contenuto liquido o semisolido.

Le cisti dermoidi sono spesso congenite e si formano a livello superficiale, sottocutaneo e in profondità nelle palpebre o a livello dell’orbita. Il materiale al loro interno proviene dall’epidermide o dalla cute.

Le cisti di Moll sono piccole e tondeggianti, si formano agli angoli degli occhi e contengono un liquido traslucido.

Anche le cisti di Zeis sono piccole e tondeggianti e al loro interno è presente una secrezione simile al latte.

Le cisti sebacee invece, si trovano spesso nell’angolo interno dell’occhio e contengono materiale caseoso.

Le milia infine sono cisti multiple, superficiali, bianche e rotonde e che derivano dai follicoli piliferi e dalle ghiandole sebacee.

Quali sono le cause delle cisti della palpebra?

Le cisti sono spesso causate da batteri (come lo stafilococco), quelle dermoidi sono congenite e i milia possono derivare da traumi, radioterapia, infezioni cutanee o malattie bollose. Altre cause sono l’ostruzione del dotto di una ghiandola, la blefarite cronica, l’uso di cosmetici scaduti o una scarsa igiene.

Quali sono i sintomi delle cisti della palpebra?

Le cisti possono accompagnarsi a rossore, gonfiore, dolore, discromie, secrezioni, prurito e fastidio alla chiusura delle palpebre.

Come si effettua la diagnosi?

In presenza di una cisti è bene sottoporsi a una visita medica, la diagnosi è clinica.