Clamidia


Che cos’è la clamidia?

La Clamidia è una tra le più diffuse malattie sessualmente trasmesse ed è legata all’infezione del batterio Clamydia Trachomatis. L’infezione colpisce soprattutto le donne, con un picco intorno ai vent’anni.

Quali sono le cause della clamidia?

La malattia è trasmessa dal batterio Clamydia trachomatis; il contagio avviene soprattutto durante i rapporti sessuali, ma anche da madre a figlio durante la gravidanza.

Quali sono i sintomi della clamidia? 

I sintomi sono in genere di lieve entità e sono transitori:

  • Dolore mentre si urina.
  • Macchie arrossate sui genitali.
  • Dolore o senso di peso alle pelvi.
  • Prurito genitale e pubico.
  • Perdite vaginali.
  • Rapporti sessuali dolorosi nelle donne.
  • Dolore ai testicoli.
  • Dolore rettale.
  • Ingrossamento dei linfonodi inguinali.

Come di effettua la diagnosi? 

La diagnosi si avvale di:

  • tampone vaginale e cervicale nelle donne, tampone uretrale o anale nelle donne e negli uomini.
  • test colturale delle urine per individuare la presenza del batterio.

In casi più complessi, la diagnosi necessita di laparoscopia, un esame endoscopico che permette di individuare le aderenze a carico degli organi pelvici e le alterazioni delle tube e delle ovaie dovute al processo infiammatorio acuto o cronico.