Emicrania


Che cos’è l’emicrania?

L’emicrania è la forma di mal di testa più comune, appartiene alla famiglia delle cefalee e colpisce soprattutto le donne.

Si caratterizza per la presenza di un dolore acuto o pulsante nella parte anteriore o laterale della testa. L’attacco emicranico può interessare anche la regione frontale, tempie incluse.

Può avere durata variabile, da poche ore ad alcuni giorni e la sintomatologia varia da individuo a individuo.

Si parla di emicrania cronica quando i sintomi sono presenti per almeno 15 giorni al mese per tre mesi successivi.

Quali sono le cause dell’emicrania?

Le cause dell’emicrania non sono ancora del tutto chiare, sembra concorrano più fattori, come predisposizione genetica, fattori ambientali e ormonali, patologie sistemiche.

È indubbio un legame con situazioni di stress, disturbi del sonno, cambiamenti climatici, uso di alcuni farmaci e problemi fisici.

Quali sono i sintomi dell’emicrania?

Si distinguono i sintomi prodromici, che anticipano l’attacco, e i sintomi che lo accompagnano.
I sintomi prodromici, che possono manifestarsi un paio di giorni prima dell’attacco, sono:

  • Irritabilità.
  • Stitichezza.
  • Depressione o maggiore appetito.
  • Rigidità del collo.
  • Disturbi visivi tipici dell’aura: lampi di luce, abbagliamento.
  • Disturbi motori e del linguaggio.
  • Formicolio a braccia e gambe.

sintomi dell’attacco possono essere:

  • Dolore pulsante concentrato in uno o più punti della testa, in particolare nella parte anteriore, frontale o laterale.
  • Nausea.
  • Vomito.
  • Disturbi visivi, abbagliamento.
  • Vertigini.
  • Sensibilità alla luce (fotofobia), ai suoni (fonofobia), agli odori.
  • Irritabilità.
  • Nervosismo.
  • Agitazione e confusione.
  • Scarsa concentrazione.
  • Brividi.
  • Sudorazione.
  • Dolore addominale.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua nel corso di una visita specialistica.