Meningite


Che cos’è la meningite?

La meningite è un’infiammazione acuta a carico delle meningi, le membrane di rivestimento del cervello e del midollo spinale.

La meningite ha origine infettiva, ma affinché il contagio si verifichi, occorre un contatto stretto e prolungato con il malato. La trasmissione si verifica per mezzo di goccioline di saliva che possono disperdersi nell’aria per mezzo di starnuti, colpi di tosse o mentre si parla.

È più frequente nei neonati e nei bambini nei primi anni di vita e in coloro che presentano un sistema immunitario debilitato, come anziani a ammalati. 

Quali sono le cause della meningite?

In genere la meningite ha origine infettiva e può essere dovuta a virus, batteri o funghi.

La forma virale è più comune e in genere meno grave; la meningite batterica, sebbene più rara, è molto grave e può essere anche fatale. Questa forma può essere causata da batteri come lo Streptococcus pneumoniae o Pneumococco, la Neisseria meningitidis o Meningococco e l’Haemophilus influenzae tipo b o Emofilo. Nei neonati i batteri più frequentemente implicati sono lo Streptococco di gruppo B, l’Escherichia coli e la Listeria monocytogenes. 

Quali sono i sintomi della meningite?

Sono sintomi caratteristici:

  • Irrigidimento della parte posteriore del collo.
  • Febbre alta.
  • Mal di testa.
  • Nausea e/o vomito.
  • Rigonfiamento della fontanella anteriore nei lattanti.

Nei neonati e nei bambini molto piccoli è bene non sottovalutare segni come poco appetito, irritabilità, sonnolenza e febbre.