Rottura della cuffia dei rotatori


Che cos’è la rottura della cuffia dei rotatori?

La cuffia dei rotatori è un insieme di quattro muscoli e dei loro tendini, che contribuisce al movimento dell’articolazione della spalla e che assicura stabilità all’articolazione fra la scapola e l’omero.

Uno o più tendini della cuffia dei rotatori possono andare incontro a rottura, che può essere parziale o totale, con conseguenti dolore e riduzione del movimento. Ne soffrono in particolare gli anziani.

Quali sono le cause della rottura della cuffia dei rotatori?

Le cause della rottura della cuffia dei rotatori possono essere sia di natura traumatica, per un movimento errato, per un impatto o per un eccessivo carico, sia di natura degenerativa, per continui stress a carico dell’articolazione o per invecchiamento.

Molto spesso si ha una concomitanza di fattori: un insieme di fenomeni degenerativi porta il tendine a essere sempre più sottile, con rischio di rottura.

Quali sono i sintomi della rottura della cuffia dei rotatori?

Il sintomo caratteristico della rottura della cuffia dei rotatori è un dolore che colpisce la parte anteriore della spalla, soprattutto a seguito di un trauma. Il dolore può coinvolgere anche l’intero braccio, soprattutto se il paziente alza il gomito al di sopra della spalla o lo appoggia al bracciolo di una sedia o a un tavolo.

Se la rottura è legata alla presenza di una condizione cronica, il dolore varia in intensità nel corso del tempo ed è comune nelle ore notturne e può accompagnarsi a una difficoltà a compiere movimenti e all’impossibilità a sollevare pesi.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi della rottura della cuffia dei rotatori si avvale di esame fisico ed eventualmente di risonanza magnetica.