Stenosi aortica


Che cos’è la stenosi aortica?

La stenosi aortica è una patologia che colpisce la valvola aortica: questa vede diminuita la propria capacità di apertura. In sua presenza si ha un’ostruzione alla fisiologica fuoriuscita del sangue tra il ventricolo sinistro e l’aorta durante la fase sistolica della contrazione cardiaca.

La stenosi aortica provoca un aumento di pressione dell’emissione del sangue sul ventricolo, con conseguente ispessimento delle pareti da parte del ventricolo stesso per far fronte alla situazione, ciononostante il cuore fa comunque più fatica.

Questo disturbo colpisce in genere tra i 60 e 70 anni, ma nei pazienti con valvola bicuspide può presentarsi anche prima.

Quali sono le cause della stenosi aortica?

L’invecchiamento dell’organismo e la calcificazione della valvola aortica, delle cuspidi e dell’anello valvolare sono le cause principali. Concorrono alla sua insorgenza anche malformazioni congenite o disturbi di origine reumatica.

Quali sono i sintomi della stenosi aortica?

La stenosi è spesso asintomatica; la stenosi severa invece può condurre a insufficienza cardiaca con sintomi quali: affanno sotto sforzo, edemi (ai polmoni o agli arti inferiori), dolore al torace, perdita di coscienza (sincope o pre-sincope con vertigini, sensazione di svenimento o stordimento) in seguito a sforzo. 

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua sottoponendo il paziente a ecocardiografia con tecnologia Doppler.