Stenosi lombare


Che cos’è la stenosi lombare?

La stenosi lombare è il restringimento del diametro del canale vertebrale e/o dei forami intervertebrali del rachide lombosacrale. Questo può determinare la compressione del sacco durale e/o delle radici spinali.

In genere, ne sono colpiti il tratto tra la quarta e la quinta vertebra lombare e quello tra la terza e la quarta vertebra lombare. Con incidenza minore, la stenosi può interessare il tratto tra la quinta vertebra lombare e la prima vertebra sacrale.

Quali sono le cause della stenosi lombare?

La stenosi lombare può essere primitiva o secondaria.

La forma primitiva è rara ed è dovuta a un ristretto diametro del canale midollare su base congenita. La forma secondaria invece è la più frequente e può avere diverse cause:

  • degenerazione delle faccette articolari delle vertebre con conseguente ipertrofia;
  • ernia discale espulsa;
  • ipertrofia delle lamine;
  • ispessimento o calcificazione del Legamento Longitudinale Posteriore;
  • spondilolistesi;
  • scoliosi del rachide lombare;
  • presenza di tessuto cicatriziale (per esempio come esito di interventi chirurgici).

Quali sono i sintomi della stenosi lombare?

I sintomi possono variare da paziente a paziente, in genere i più significativi sono:

  • dolore;
  • parestesie: formicolio e/o intorpidimento alla parte del corpo – gluteo, gamba, piede – corrispondente alla radice nervosa compressa;
  • claudicatio motoria;
  • perdita di forza degli arti inferiori.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua nel corso di una visita specialistica. Possono essere utili una TC e la risonanza magnetica nucleare.