Strabismo


Che cos’è lo strabismo?

Lo strabismo è una patologia oculare, caratterizzata dall’imperfetto allineamento degli occhi o dal loro orientamento verso due diverse direzioni: mentre un occhio fissa un oggetto, l’altro è rivolto all’interno, all’esterno, in alto oppure in basso.

È un disturbo abbastanza comune e può presentarsi a qualunque età.

Può essere costante oppure intermittente, può colpire prevalentemente un solo occhio o essere alternante.

Quali sono le cause dello strabismo? 

Lo strabismo è legato alla deviazione degli assi visivi causata dal cattivo funzionamento dei meccanismi neuromuscolari che controllano i movimenti degli occhi.

In età adulta, le alterazioni a carico dell’apparato neuro-motore che coordina i movimenti degli occhi possono essere di natura restrittiva (distiroidismi e miopia elevata), non paralitica (scompenso di strabismo infantile) e paralitica. Tra le cause di paralisi: traumi cranici, malattie vascolari, malattie infettive, degenerative del sistema nervoso centrale, diabete.

A seconda dell’età di insorgenza, possono esservi diverse cause:

  • Difetti della vista.
  • Patologie oculari (cataratta, ptosi, ecc.).
  • Patologie neurologiche, paresi di origine cerebrale, paresi dei muscoli oculari.
  • Patologie endocrinologiche.

Si parla di strabismo essenziale nei bambini quando non se ne riconoscono le cause.

Quali sono i sintomi dello strabismo? 

In presenza di strabismo possono aversi:

  • Cefalea
  • Stanchezza visiva
  • Bruciore
  • Fotofobia (fastidio alla luce)
  • Strizzamento degli occhi
  • Visione doppia (diplopia)
  • Sensazione vertiginosa
  • Difficoltà di orientamento

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua nel corso di una visita oculistica, possono inoltre essere utili:

  • Valutazione ortottica e studio della motilità oculare
  • Prove prismatiche per la diplopia