Tumori orbitari


Che cosa sono i tumori orbitari?

I tumori orbitari sono un gruppo di lesioni a carico degli occhi, possono essere: lesioni primitive, che hanno origine nell’orbita oculare; lesioni secondarie, che nascono per esempio da bulbo oculare, annessi oculari, seni paranasali, rinofaringe; lesioni metastatiche, che hanno origine da altre parti dell’organismo lontane dall’orbita, in genere mammella, polmone, prostata, colon, rene e melanoma.

Si distinguono in tumori neurogenici (glioma del nervo ottico e meningioma del nervo ottico), mesenchimali (rabdomiosarcoma, leiomioma, lipoma, liposarcoma, fibromi, fibrosarcomi, tumore solitario fibroso e fibroistiocitoma), vascolari, epiteliali della ghiandola lacrimale, lesioni linfoproliferative (iperplasia linfoide reattiva, linfomi non Hodgkin derivanti dai linfociti B), tumori secondari e metastasi.

Quali sono i sintomi dei tumori orbitari?

I sintomi variano a seconda del tipo di tumore, possono aversi per esempio: protrusione nel bulbo oculare oltre l’orbita, ptosi palpebrale, calo della vista e visione doppia.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua mediante:

  • visita oculistica
  • visita ortottica
  • indagini radiologiche per localizzare e quantificare la massa tumorale.