Vaginite


Che cos’è la vaginite?

La vaginite è l’infiammazione della vagina, causata da batteri, funghi, parassiti o alterazioni ormonali. Chi ne soffre può avvertire prurito e bruciore e notare secrezioni vaginali bianco-gialle, spesso maleodoranti. 

Quali sono le cause della vaginite? 

Le cause possono essere molteplici. In caso di vaginite batterica, per esempio, i responsabili dell’infiammazione sono batteri che disturbano l’equilibrio della flora batterica vaginale. In vagina infatti coesistono fisiologicamente batteri “buoni” e batteri “cattivi”, quando questi ultimi proliferano (e superano numericamente quelli “buoni”) danno vita all’infiammazione. Alla base della vaginite da funghi c’è un cambiamento nell’equilibrio vaginale che agevola l’attecchimento di alcuni funghi, come la candida albicans.

La vaginite da parassiti è in genere dovuta al Trichimonas vaginalis, questo protozoo infetta il tratto urinario nell’uomo e viene poi trasmesso mediante rapporto sessuale. Si parla di vaginite atrofica quando la causa è da ricercare nelle alterazioni ormonali; la vaginite attinica è invece dovuta a specifiche terapie radianti, spesso necessarie nella cura anti-tumorale. La vaginite non infettiva infine può essere dovuta all’irritazione di alcuni tessuti vaginali da parte di alcuni prodotti (detergenti, assorbenti, detersivi, per l‘igiene intima).

Quali sono i sintomi della vaginite? 

La vaginite può manifestarsi con: 

  • Secrezioni vaginali che si presentano diverse per colore, odore e/o quantità.
  • Prurito e/o bruciore vaginale.
  • Dolore o irritazione durante i rapporti sessuali.
  • Dolore alla minzione.
  • Lievi perdite di sangue.

In particolare, la vaginite batterica si caratterizza per perdite vaginali di colore bianco-grigio e maleodoranti, in particolare dopo i giorni delle mestruazioni o a seguito di un rapporto sessuale. Le pazienti con una vaginite da funghi avvertono un forte prurito e presentano secrezioni di colore bianco, che ricordano la ricotta. Chi soffre di vaginite da tricomoniasi avverte dolore e bruciore a livello vaginale e ha secrezioni di colore giallo-verde, talvolta schiumose.

Come si effettua la diagnosi della vaginite?

La vaginite si diagnostica durante la visita ginecologica, i sintomi riferiti dalla paziente possono essere di grande aiuto a identificare il tipo di vaginite di cui soffre. Se il ginecologo lo ritiene opportuno, può prelevare un campione di secrezioni vaginali da sottoporre a indagine di laboratorio.