Vasculite polmonare


Che cos’è la vasculite polmonare?

La vasculite polmonare è un’infiammazione dei vasi sanguigni delle vie respiratorie, posti in particolare nei polmoni, con conseguente degenerazione cronica delle pareti dei vasi, ispessimento e indebolimento. La degenerazione dei tessuti causa restringimento dei vasi sanguigni, perdita di elasticità, formazione di coaguli o un indebolimento che può sfociare in rottura (aneurisma).

La riduzione del flusso sanguigno si ripercuote gravemente su organi e tessuti: anche i vasi più piccoli infatti non riescono a rifornire adeguatamente di sangue, ossigeno e nutrienti le zone del corpo interessate.

Le forme più frequenti di vasculiti polmonari sono la Granulomatosi di Wegener e la Sindrome di Churg-Strauss. Le vasculiti includono anche la poliangite microscopica (MPA), una vasculite sistemica necrotizzante infiammatoria, che interessa per lo più i piccoli vasi.

Quali sono le cause della vasculite polmonare?

Le cause non sono ancora del tutto note. Sembra giochi un ruolo una reazione acuta a un’infezione del tratto respiratorio causata da batteri, funghi o parassiti che innesca una reazione autoimmune.

Le cellule del sistema immunitario infatti riconoscono erroneamente le cellule dell’endotelio che ricopre le pareti dei vasi sanguigni come esterni all’organismo e le attaccano. Questo provoca la formazione di cicatrici (tessuto fibroso) che determina un’alterazione della funzionalità dei vasi sanguigni.

Quali sono i sintomi della vasculite polmonare?

Se la vasculite si estende ai polmoni può provocare:

  • febbre alta
  • debolezza
  • dolori muscolari
  • senso di costrizione toracica
  • perdita di peso
  • dolori muscolari e articolari
  • perdita di appetito

La vasculite cronica ha sintomi simili che includono:

  • respiro sibilante
  • tosse
  • difficoltà a respirare (dispnea)
  • versamento pleurico
  • dolore al petto
  • dita a bacchetta di tamburo e unghie a vetrino d’orologio (Ippocratismo digitale)
  • stanchezza
  • perdita di peso

In genere i primi segni sono quelli di una sinusite cronica che non guarisce, subentrano poi otite, tosse stizzosa e ulcere nella bocca e nella mucosa nasale.

Le vasculiti causano danni significativi ai tessuti, emorragie e una reazione che coinvolge anche il cuore e determina cianosi, insufficienza respiratoria, insufficienza cardiaca, edemi, sangue nell’espettorato (emottisi), fenomeno di Raynaud, sincope.

Come si effettua la diagnosi?

 In presenza dei sintomi è bene rivolgersi al medico, che fornirà i suggerimenti più appropriati per l’iter diagnostico.