Allergia


Che cos’è l’allergia?

L’allergia è una condizione legata a una reazione anomala del sistema immunitario in presenza di un allergene, una sostanza esterna considerata dannosa, come per esempio i pollini o il pelo di animale.

Il sistema immunitario si attiva producendo anticorpi nei confronti di queste sostanze che nella maggior parte dei soggetti non causano alcuna reazione. I sintomi caratteristici dell’allergia sono dovuti al rilascio di mediatori chimici da parte dell’organismo, come l’istamina, in risposta alla reazione immunitaria scatenata dall’incontro degli allergeni con gli anticorpi.

Quali sono le cause dell’allergia?

A causare l’allergia è una spropositata risposta anticorpale del sistema immunitario, in seguito al contatto con determinati allergeni.

Le reazioni allergiche possono essere scatenate da allergeni presenti nell’aria (pollini, peli di animali, acari della polvere e muffe), alimenti (uova, latte, pesce, crostacei, arachidi, noci, grano), punture di api o vespe, determinati farmaci e da alcune sostanze che irritano la pelle (come lattice e nichel).

Quali sono i sintomi dell’allergia?

Una reazione allergica può coinvolgere le basse vie aeree, gli occhi, il naso e la pelle.

I sintomi caratteristici sono: respiro affannato, rossore e prurito oculare, lacrimazione, naso chiuso o rinite, arrossamento cutaneo e/o desquamazione. Possono inoltre aversi gonfiore alle labbra, alla lingua, al viso e alla gola.

Come si effettua la diagnosi?

I test utili per la diagnosi possono essere:

  • Prick test: mediante un apposito ago molto sottile, si procede a iniettare nella pelle l’allergene. Si osserva poi la reazione cutanea trascorsi venti minuti: la formazione di un ponfo rosso e caldo intorno al punto dell’iniezione indica una sensibilità all’allergene iniettato.
  • Test di provocazione: l’allergene viene applicato direttamente a livello oculare, nasale e bronchiale e si osserva in seguito la reazione dell’organismo.
  • Patch test: applicazione sulla pelle per 48 ore di cerotti contenenti estratti allergizzanti. Trascorse le 48 ore, si osserveranno le reazioni.
  • Rast test o test di radio-allergo-assorbimento: ricerca nel sangue di specifici anticorpi (le IgE, o immunoglobuline E).
  • Prick by prick: utilizzato nel caso delle allergie alimentari, consiste nell’impiego diretto dell’alimento sospetto.