Daltonismo


Che cos’è il daltonismo?

Il daltonismo è un’anomalia della vista che implica un’alterazione a livello della percezione dei colori. Colpisce soprattutto gli uomini.

Si parla di acromatopsia quando la cecità ai colori è totale: questa condizione è però molto rara. La cecità parziale, o discromatopsia, è più diffusa e si caratterizza per una scarsa sensibilità a uno o pochi colori, in genere verde e rosso.

Il daltonismo è caratterizzato da:

  • protanopia, se si è insensibili al rosso;
  • protanomalia, in caso di scarsa sensibilità al rosso;
  • deuteranopia, se si è insensibili al verde;
  • deuteranomalia, in caso di scarsa sensibilità al verde
  • tritanopia, se si è insensibili al blu;
  • tritanomalia in caso di scarsa sensibilità al blu.

La tritanopia e la tritanomalia sono condizioni genetiche rare. 

Quali sono le cause del daltonismo?

Il daltonismo è causato da uno scorretto funzionamento delle cellule sensoriali (coni rossi, verdi e blu), che determina una difficoltà (totale o parziale) a riconoscere specifiche tonalità.

Questo disturbo può essere ereditario o acquisito; in questo secondo caso, si annoverano tra le cause:

  • opacità del cristallino, che può portare a una lieve alterazione della sensibilità blu-giallo;
  • abuso di alcol, che può portare a una riduzione della sensibilità ai colori, soprattutto dello spettro blu-giallo;
  • traumi cranici;
  • patologie a carico dell’occhio.

Quali sono i sintomi del daltonismo?

Il daltonismo si manifesta con un’alterata percezione dei colori.

Chi soffre di protanopia o protanomalia fatica a visualizzare le tonalità rosse, le persone con deuteranopia e deuteranomalia hanno difficoltà a visualizzare il verde, mentre in caso di tritanopia e tritanomalia a dare problemi è il colore blu. 

Come si effettua la diagnosi?

Per la diagnosi è necessaria una visita oculistica.