Infezioni del tratto urinario


Che cosa sono le infezioni del tratto urinario? 

Si parla di infezioni del tratto urinario in presenza di batteri che proliferano nelle vie urinarie dopo essere penetrati attraverso l’uretra. Sono infezioni molto comuni, che colpiscono soprattutto le donne, dove lo sbocco dell’uretra è vicino ad ano e vagina, due zone molto popolare dai batteri. L‘uretra femminile inoltre è più breve di quella maschile e dunque, la colonizzazione avviene più agevolmente.

In genere, a essere coinvolte sono uretra e vescica (basse vie urinarie), ma se non trattate queste infezioni possono coinvolgere anche gli ureteri e i reni (alte vie urinarie).

Le infezioni più comuni sono: cistite (infezione della vescica urinaria), uretrite (infezione dell’uretra), ureterite (infezione dell’uretere) e pielonefrite (infezione del rene).

Quali sono le cause delle infezioni del tratto urinario?

Nella maggior parte dei pazienti adulti, le infezioni urinarie sono dovute alla presenza di Escherichia Coli, un battere presente nell’intestino che può però penetrare nell’uretra. Altri batteri responsabili sono: Proteus, Klebsiella, Enterobacter, Enterococcus faecalis, Pseudomonas.

Il catetere, i dispositivi intra-uterini e i presidi per l’incontinenza urinaria e fecale possono favorire l’insorgenza delle infezioni.

Quali sono i sintomi delle infezioni del tratto urinario?

Sintomi caratteristici di cistite e uretrite (basse vie urinarie) si manifestano con:

  • Stimolo a urinare, ma impossibilità a farlo.
  • Minzione frequente.
  • Bisogno impellente di urinare.
  • Minzione dolorosa.
  • Dolore a livello pelvico e lombare.
  • Presenza di sangue nelle urine.

Le infezioni alle alte vie urinarie invece si manifestano con:

  • Brividi
  • Febbre alta
  • Nausea
  • Vomito
  • Dolore a livello lombare o toracico

Come si effettua la diagnosi?

Per accertare la presenza di un’infezione del tratto urinario occorre sottoporsi a esame delle urine e urinocoltura. Potrebbe rendersi necessaria anche l’esecuzione dell’antibiogramma, per individuare l’antibiotico più sensibile per il trattamento del battere responsabile dell’infezione.