Ipotensione


Che cos’è l’ipotensione?

Si parla di ipotensione in presenza di una bassa pressione del sangue, quando cioè la pressione sistolica (la cosiddetta massima) è uguale o inferiore a 90 mmHg e la diastolica (ovvero la minima) è uguale o inferiore a 60 mmHg.

Quali sono le cause dell’ipotensione?

L’ipotensione può essere dovuta a:

  • emorragia improvvisa
  • grave infezione
  • scompenso cardiaco
  • shock anafilattico
  • danni ai nervi che regolano le variazioni pressorie della circolazione, come nel caso di diabete, aritmie e disidratazione
  • cambiamenti improvvisi della postura, soprattutto al passaggio rapido dalla posizione sdraiata a quella eretta (ipotensione ortostatica)
  • digestione, soprattutto negli anziani (ipotensione ortostatica postprandiale)
  • mantenimento della posizione eretta troppo a lungo (ipotensione neuromediata)
  • assunzione di alcol
  • assunzione di alcuni farmaci

Quali sono i sintomi dell’ipotensione? 

L’ipotensione si manifesta con:

  • vista appannata
  • stato confusionale
  • vertigini
  • svenimento
  • stordimento
  • nausea o vomito
  • sonnolenza
  • debolezza

Come si effettua la diagnosi? 

La diagnosi dell’ipotensione si avvale di visita medica con misurazione di pressione sanguigna, polso, respirazione e temperatura corporea.

Il paziente potrebbe inoltre doversi sottoporre a:

  • Esami del sangue
  • Esame delle urine
  • Elettrocardiogramma
  • Radiografia del torace