Mononucleosi


Che cos’è la mononucleosi?

La mononucleosi è una malattia infettiva, causata dal virus di Epstein-Barr, che si trasmette attraverso le goccioline di saliva, sia per contatto diretto (motivo per cui la malattia è nota anche come malattia del bacio), sia per la condivisione di bicchieri, posate, e sia per le goccioline di saliva che si disperdono nell’aria con la tosse o gli starnuti.

In alcuni casi l’infezione può avere delle conseguenze più gravi che coinvolgono i linfonodi, milza, fegato, cuore, polmoni e sistema nervoso centrale. Il tempo di incubazione varia tra 30 e 50 giorni.

Quali sono le cause della mononucleosi?

L’infezione è dovuta al virus di Epstein-Barr. 

Quali sono i sintomi della mononucleosi?

L’infezione può essere asintomatica. In altri casi può manifestarsi con sintomi lievi quali debolezza, stanchezza, febbre, ingrossamento dei linfonodi e della milza.

Le complicazioni legate all’infezione sono rare, ma piuttosto serie, come: epatite, anemia emolitica e trombocitopenia, miocardite, sindrome di Guillain-Barre, meningite ed encefalite.

Come si effettua la diagnosi?

Per confermare un sospetto diagnostico legato alla presenza dei sintomi, è possibile effettuare un esame del sangue per individuare gli anticorpi specifici anti-EBV.