Neuropatie paraneoplastiche


Che cosa sono le neuropatie paraneoplastiche?

Il termine neuropatia designa un danno a carico dei nervi. Queste possono essere dovute a un’infiltrazione dei nervi da parte delle cellule tumorali, dalle terapie o dalle radiazioni utilizzate per trattare il tumore (neuropatie iatrogene).

In altri casi, può esservi una reazione immunologica contro molecole del tumore presenti anche nei nervi: in questo caso si parla di neuropatie paraneoplastiche; queste talvolta si manifestano prima del tumore stesso e grazie alla loro presenza si arriva alla diagnosi oncologica.

Quali sono i sintomi delle neuropatie paraneoplastiche?

I sintomi più comuni sono:

  • Disestesie nelle aree distali dei quattro arti, ovvero sensazione come di bruciore o di puntura in assenza di stimolo relativo.
  • Dolore bruciante.
  • Intorpidimento superficiale e profondo.
  • Disturbo dell’equilibrio e della coordinazione nei movimenti con il rischio di cadute a terra che si associano a debolezza muscolare e riduzione dei riflessi.
  • Disturbi del sistema vegetativo, con difficoltà a controllare gli sfinteri, rallentamento nella digestione, cali di pressione e disturbi sessuali.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua nel corso di una visita neurologica e possono essere utili:

  • Elettromiogramma e studio delle velocità di conduzione delle fibre nervose, per studiare le proprietà elettriche dei nervi.
  • Analisi del sangue e delle urine.
  • Puntura lombare per evidenziare la presenza di segni di infiammazione.