Nevralgia del trigemino


Che cos’è la nevralgia del trigemino?

La nevralgia del trigemino è un dolore cronico a carico del nervo trigemino, il nervo che conduce al cervello le informazioni percepite dal volto.

Un danno a questo nervo scatena dolori acuti anche a seguito di stimolazioni lievi come bere, parlare, masticare, sorridere, lavarsi il volto o i denti, avvertire il vento sul viso o toccarsi il volto. Il dolore può essere lieve all’esordio per poi diventare sempre più frequente e di durata maggiore a ogni attacco.

La nevralgia del trigemino colpisce soprattutto le donne e le persone al di sopra dei 50 anni.

Quali sono le cause della nevralgia del trigemino?

Spesso il malfunzionamento del nervo trigemino è da imputare al contatto del trigemino stesso con una vena o un’arteria alla base del cervello, con conseguente pressione su di esso.

Fra le cause si annoverano l’invecchiamento, la sclerosi multipla, altre malattie che portano alla perdita della guaina mielinica che avvolge i nervi, la presenza di una lesione cerebrale o di altre anomalie, un tumore.

In altri casi la causa non viene individuata.

Quali sono i sintomi della nevralgia del trigemino?

I sintomi possono essere molto variabili, ne sono un esempio:

  • fitte occasionali lievi
  • episodi di dolore acuto simile a una scossa elettrica
  • attacchi di dolore spontaneo scatenato da gesti come toccarsi il volto, masticare, parlare e lavarsi i denti.

L’attacco doloroso può durare pochi secondi o più a lungo, può ripetersi per giorni, settimane o mesi e diventare cronico. Può inoltre interessare le guance, la mascella, i denti, le gengive, le labbra, ma anche fronte e occhi. Il dolore colpisce solo una parte del volto.