Psoriasi


Che cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una condizione a carico della cute, caratterizzata da un’anomala crescita dell’epidermide in alcune zone del corpo. Si deve a un disordine di crescita e di attività dei cheratinociti, ad andamento cronico recidivante.

Si manifesta con placche rilevate, di colore rosso acceso, rivestite da squame biancastre. Può interessare qualunque parte del corpo, comprese le unghie. Le aree più comunemente coinvolte sono il cuoio capelluto, i gomiti, le ginocchia, la zona del sacro e la zona periombelicale.

Se ne distinguono varie forme, le principali sono:

  • in placche
  • guttata
  • pustolosa
  • eritrodermica
  • seborroica
  • amiantacea

Quali sono le cause della psoriasi?

Nei soggetti predisposti alcuni fattori possono contribuire all’insorgenza della psoriasi:

  • Stress: fattore scatenante soprattutto in coloro che tendono a somatizzare a livello cutaneo. Rappresenta il fattore più comune.
  • Traumi: incidenti stradali, fratture ossee, un intervento chirurgico particolarmente debilitante possono scatenare il manifestarsi della psoriasi.
  • Infezioni streptococciche: sono la causa della psoriasi nella forma guttata, ma possono aggravare anche altre forme di psoriasi.
  • Corticosteroidi sistemici: la psoriasi può comparire o aggravarsi durante il trattamento con questi farmaci per altre malattie.
  • Farmaci: alcuni farmaci tra cui i beta bloccanti, il litio, i sali d’oro, gli antimalarici di sintesi sono considerati induttori di psoriasi o in grado di esacerbare psoriasi già in atto.

Quali sono i sintomi della psoriasi? 

La psoriasi si manifesta con placche rilevate, di colore rosso acceso, rivestite da squame biancastre.

Come si effettua la diagnosi? 

La psoriasi viene diagnosticata attraverso l’esame fisico nel corso di una visita.

In rari casi, può rendersi necessaria una biopsia della pelle.