Retinopatia diabetica


Cos’è la retinopatia diabetica?

La retinopatia diabetica è una complicazione del diabete di tipo 1 e di tipo 2. È un disturbo a carico degli occhi che si caratterizza per un danno ai vasi sanguigni della retina.

Distinguiamo la retinopatia diabetica precoce (o non proliferante) e la retinopatia diabetica avanzata (proliferante).

La prima forma può essere lieve, moderata o severa. Con il progredire del disturbo, si va incontro a un indebolimento delle pareti dei vasi sanguigni con rischio di microaneurismi ed eventuale sanguinamento. Tra i rischi anche edema a livello della macula, la parte centrale della cornea, con conseguente riduzione della vista.

La forma proliferante invece è più grave, a causa di una crescita anormale di nuovi vasi sanguigni che possono danneggiare la retina, con il rischio di un suo distacco. Tra i rischi, anche il glaucoma.

Quali sono le cause della retinopatia diabetica?

La retinopatia diabetica è la conseguenza del diabete, soprattutto se mal controllato e gestito.

Quali sono i sintomi della retinopatia diabetica?

La malattia si manifesta con:

  • macchie o fili scuri che galleggiano davanti agli occhi (miodesopsie);
  • vista offuscata;
  • visione di aree scure e perdita dell’acutezza visiva;
  • ipovisione;
  • difficoltà nella percezione dei colori;
  • cecità.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi iniziale si effettua con:

  • Foto a colori del fondo, eseguita con il retinografo;
  • Fluorangiografia retininica, in presenza di segni di retinopatia diabetica prolieferante al fine di individuare aree ischemiche.
  • Tomografia assiale computerizzata (OCT), per studiare la macula e il nervo ottico.