Epatite c


Che cos’è l’epatite C?

L’epatite C è una patologia causata dal virus HCV, che attacca il fegato e porta all’infiammazione.

Si tratta di una condizione seria, che se non trattata può cronicizzare con gravi conseguenze come insufficienza epatica, cirrosi e tumore del fegato.

Quali sono le cause dell’epatite C?

Il virus HCV si trasmette attraverso il contatto diretto con sangue infetto, come può avvenire in caso di scambio di siringhe infette, per esempio in chi fa uso di sostanze stupefacenti per via endovenosa; trasfusioni di sangue o trapianti d’organo soprattutto se avvenuti prima del 1992; da madre a figlio nel corso della gravidanza (evenienza più rara); anche tatuaggi o piercing se eseguiti senza rispettare le norme igieniche previste possono essere un fattore di rischio.

Quali sono i sintomi dell’epatite C?

Inizialmente la malattia è in genere asintomatica, i primi sintomi sono aspecifici e si stima che la maggior parte di coloro che sono stati infettati non lo sappiano.

Laddove presenti, i sintomi più comuni sono:

  • febbre;
  • nausea e calo dell’appetito;
  • affaticamento;
  • sensibilità nell’area del fegato;
  • dolori muscolari e articolari.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si effettua con un esame del sangue e attraverso i diversi tipi di test disponibili è possibile la carica virale e il genotipo del virus, due parametri utili per la definizione del trattamento.

Nei casi in cui si sospetti un danno alla funzionalità epatica, si può procedere con biopsia epatica.