Aliberti Marco


Specialità di competenza:

Tipologia di attività:

  • Interventi chirurgici
  • Visite specialistiche

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Torino. Abilitato all’esercizio della Professione presso la medesima Università. Sempre a Torino ha conseguito, con lode, le Specialità di Urologia e di Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso. Sempre con lode ha ottenuto il Diploma di Master Universitario di II livello in Andrologia. Ha conseguito il titolo di Consulente Sessuale presso la Scuola Superiore di Sessuologia Clinica di Torino.
Ha compiuto inoltre la sua attività formativa presso l’Urological Department del San Francisco Medical Hospital (USA) nel 1992, la Division d’Urologie de l’Hopital Saint Louis di Parigi nel 1993, la Columbia University di New York nel 1995 e, sempre nel 1995, la Urologische Klinik der Universitat di Ulm (Germania).
Ha svolto attività di Medico volontario presso l’Ospedale di Sololo (Kenya) nel 1996 e, nel 1999 presso il Cottolengo Hospital di Chaaria (Kenya).
Ha lavorato dal 1990 al 2009 come Dirigente Medico della Divisione di Urologia dell’Ospedale Cottolengo di Torino, in seguito come Dirigente Medico della Divisione di Urologia dell’Ospedale Mauriziano Umberto I di Torino.

Attualmente svolge attività libero professionale presso la Casa di Cura Fornaca di Sessant di Torino, presso la Casa di Cura Pinna Pintor di Torino, presso la Casa di Cura convenzionata San Luca dell’Eremo di Pecetto (TO) e presso la Casa di Cura convenzionata Città di Bra di Bra (CN). Si occupa inoltre di PMA (procreazione medicalmente assistita) presso il Centro PROMEA di Torino.

Autore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali. E’ inoltre relatore e moderatore in congressi scientifici. Conta numerose partecipazioni a congressi e corsi, sia in qualità di discente che di docente, con indirizzo privilegiato alla chirurgia urologica laparoscopica. Membro della European Urology Association (EAU) e della Società degli Urolologia Italiana (SIU).

Ha finora eseguito, come primo operatore, oltre 2000 interventi riguardanti la totalità della patologia urologica. Dal 2003 si occupa in particolar modo di attività laparoscopica e segnatamente di prostatectomia radicale.