Bruschi Stefano


Specialità di competenza:

Tipologia di attività:

  • Interventi chirurgici

Il Prof. Stefano Bruschi è nato a Firenze nel 1950. Diplomatosi in Sud Africa Joint Matriculation Board nel 1968 in lingua inglese, ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Torino nel 1976 e la Specializzazione in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica a Torino nel 1979. E’ Lingua madre Inglese ed Italiano.
Da allora ha svolto la sua attività lavorativa in tutti gli ambiti della Chirurgia Plastica, sia in campo ricostruttivo sia in campo estetico, in diverse città italiane tra cui Roma e Torino, ed all’estero.
Attualmente, è Primario della SCDU di Chirurgia Plastica dell’ Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino e Direttore e Professore Ordinario della Scuola di Specialità di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica; è inoltre docente di Chirurgia Plastica in altre Scuole di Specialità e docente presso Masters di Chirurgia Plastica.
Socio Ordinario della Società SICPRE e della Società ISAPS con ruolo di Visiting Professor; è Coordinatore del Modulo di Chirurgia Estetica della SICPRE, Coordinatore del Programma di Formazione Permanente della SICPRE (PFP) e Docente dei Workshop del PFP.
E’ inoltre Promotore del concetto di Chirurgia oncologica ricostruttiva ed estetica – CORE e Promotore del convenzionamento della Scuola di Specialità di Chirurgia Plastica per la formazione degli specializzandi per gli interventi non sovvenzionati dal SSN presso la Clinica Fornaca.
Recentemente Membro del Coordinamento nazionale delle Breast Units nazionali.
E’ autore e coautore di circa 200 pubblicazioni scientifiche e relazioni a congressi nazionali ed internazionali a cui è spesso chiamato ad intervenire in qualità di Organizzatore, Moderatore e Relatore con Letture Magistrali.
Svolge attività libero professionale a Torino da oltre 30 anni, dedicandosi principalmente alla Chirurgia Estetica, nella quale meglio si fondono estro personale, senso artistico e precisione tecnica.