Mussa Antonio


Specialità di competenza:

Tipologia di attività:

  • Interventi chirurgici

Professore Emerito dell’Università degli Studi di Torino, è stato dal 1986 al 2010 Direttore della Cattedra di Clinica Chirurgica dell’Università degli Studi di Torino. Ha diretto, dal 1991 al 2010, la Scuola di Specializzazione in Oncologia dell’Università degli Studi di Torino. Ha diretto il Dipartimento di Oncologia dell’ ASO S. Giovanni Battista di Torino. E’ stato Direttore del Master in Chirurgia Oncologica dell’Università degli Studi di Torino e Presidente della Commissione Oncologica Regionale. Dal 1990 al 2010 ha diretto la S.C.D.U di Chirurgia Oncologica ASO S. Giovanni Battista di Torino.
Ha messo a punto tecniche innovative di chirurgia: chirurgia funzionale dell’esofago, chirurgia dei tumori della mammella; chirurgia dei tumori del gastroenterico, chirurgia radioimmunoguidata (linfonodo sentinella) in tutte le sue applicazioni: dall’apparato gastroenterico all’apparato endocrino e alla mammella. Questa tecnica è stata sviluppata con relazioni, trattati e convegni oltre che, ad esperienza acquisita, diffusa in Italia mediante corsi di aggiornamento e la creazione di una società scientifica dedicata (G.I.S.C.R.I.S.).
Nella sua attività chirurgica, che ha svolto presso l’ospedale Molinette di Torino, nel reparto da lui diretto, si contano una media di oltre 1000 interventi annui.
Nel corso della sua carriera gli sono state riconosciute capacità diagnostiche e chirurgiche; ha condiviso esperienze internazionali con i più importanti centri di ricerca scientifica e di chirurgia oncologica coordinando numerosi progetti di sperimentazione per la terapia dei tumori (UK101, IORT, Chemioipertermia ad addome chiuso), per la terapia del dolore (cannabis vs morfina), per i vaccini anti-tumorali.
Utilizza i più moderni strumenti abbinando tecniche di chirurgia che lo contraddistinguono per i numerosi successi e per il bassissimo indice di morbilità raggiunti rispetto alla media nazionale.

L’attività scientifica è comprovata da più di 400 pubblicazioni che spaziano dalla all’oncologia, all’endocrinochirurgia, con particolare riferimento all’esofago, alla mammella e all’intestino: l’assetto recettoriale del carcinoma mammario, la caratterizzazione del morbo di Hirschprung, la fisiologia e lo studio della funzionalità esofagea sono argomenti trattati agli albori della sua carriera portandolo ad essere considerato in campo nazionale ed europeo una voce di alto livello. Pubblica nel 2012 Nuove Tecnologie Chirurgiche in Oncologia. Ha inoltre rivestito le cariche di: Presidente della S.I.C.O. (Società Italiana di Chirurgia Oncologica), Presidente della S.I.P.A.D. (Società italiana Patologie Apparato Digerente, Fondatore della S.I.C.U (Società Italiana Chirurghi Universitari), Responsabile del Polo Oncologico Cittadella di Torino (primo modello di Rete Oncologica Regionale in ambito italiano), Presidente del gruppo G.I.S.C.R.I.S. (Gruppo Italiano per lo Studio della Chirurgia Radioimmunoguidata e dell’Immunoscintigrafia.
In qualità di membro del Parlamento Europeo per le legislature dal 1999 al 2009 è stato relatore della Direttiva Europea per gli screening in oncologia per il cancro della mammella, dell’utero, del colon, del colon retto e della prostata.

Su nomina del Ministero della Pubblica Istruzione è rappresentante dell’Università di Torino nel Consiglio Direttivo nel Consorzio interuniversitario dell’Istituto Superiore di Oncologia ( ISO).
Attualmente è membro del Comitato Etico Interaziendale dell’ AOU San Luigi Gonzaga, è responsabile esperto dei contenziosi civili e penali per le prestazioni chirurgico-sanitarie rese nelle strutture del Policlinico di Monza, è membro del Direttivo della Fondazione Lanzavecchia-Lastretti, è co-fondatore dell’Osservatorio Sanità del Senato.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Upjohn attribuito dalla Società Italiana di Farmacologia e il Premio Maestri di oncologia 2010.