Visita cardiologica

Torna indietro

Che cos’è la visita cardiologica?

È possibile sottoporsi a una visita cardiologica a Torino presso il Servizio di Cardiologia della Clinica Fornaca, in centro a Torino.
La visita cardiologica è il primo passo per un’eventuale diagnosi di malattia cardiovascolare. Lo specialista cardiologo infatti, attraverso l’incontro con il paziente e l’ascolto dei sintomi che questi riferisce, cercherà di inquadrare la situazione al fine di escludere o confermare la presenza di una patologia. I sintomi più frequentemente riferiti sono affanno, dolore al torace, giramento di testa, palpitazioni e sincope.

Le malattie cardiovascolari più comuni sono:

  • l’ipertensione arteriosa
  • la cardiopatia ischemica
  • lo scompenso cardiaco
  • le cardiomiopatie
  • le malattie della valvole cardiache.

A cosa serve la visita cardiologica?

L’incontro con il medico cardiologo è una fase importante del processo di diagnosi di malattia cardiovascolare. Nel caso in cui al paziente sia già stato diagnosticato un disturbo, la visita cardiologica consente di monitorarne l’andamento e valutare l’adeguatezza dell’eventuale terapia suggerita. La visita cardiologica è un passaggio fondamentale anche per i pazienti portatori di protesi valvolari.

Come si svolge la visita cardiologica?

La visita prevede una prima fase di anamnesi: nel dialogo con il paziente, il cardiologo traccerà un quadro della situazione a partire dagli eventuali sintomi avvertiti e riportati dal paziente, dalle informazioni circa la sua storia clinica e lo stile di vita (alimentazione, fumo, attività fisica, sedentarietà, farmaci assunti). Il medico si informerà anche circa la presenza di familiari affetti da patologie cardiache.

Qualora il medico lo ritenesse necessario sottoporrà il paziente a elettrocardiogramma, un semplice esame non invasivo atto a controllare l’attività elettrica del cuore. Mediante elettrocardiogramma infatti è possibile verificare lo stato di salute delle coronarie, eventuali variazioni del volume cardiaco o alterazioni del ritmo, come aritmie, fibrillazioni ed extrasistole.

Come ci si prepara alla visita cardiologica?

Se ne è in possesso, è consigliabile che il paziente abbia con sé eventuali esami medici effettuati che possano riguardare la patologia e i risultati degli ultimi esami del sangue. È anche importante che il paziente sappia quali farmaci assume, con che frequenza e in che quantità.

Per maggiori informazioni sul puoi chiamare il numero di telefono 011.5574.355 dalle 9.00 alle 19.30.